E voi avete l’ICE?

No, non pensate che l’ICE sia una nuova tassa inventata da quei quattro cialtroni che ogni tanto si atteggiano in tv e che dicono di migliorare la nostra vita…

No, l’Ice è un’altra cosa! E vado ad enucleare il concetto per chi come me, vive nell’ignoranza!

L’altro giorno, mentre camminavo da solo per andare al parcheggio dell’auto, pensavo che se mi accadesse un malessere e mi trovassero tipo, svenuto, dovrei avere il modo di dare informazioni di me nel modo più rapido possibile. La prima cosa che farei se mi capitasse di trovare qualcuno svenuto sarebbe ovviamente chiamare soccorso. Poi i soccorritori tramite il probabile portafogli ancora presente forse nella tasca dei miei pantaloni (dico forse perchè potrebbe anche magicamente sparire…), troverebbero documenti e cose varie. Ma la prima cosa a cui secondo me si pensa subito è il cellulare: io guarderei la rubrica in cerca di un numero tipo “mamma”, “papà”, “casa”, “sexyshop” (magari quest’ultimo per altri motivi…) Cercando quindi le persone da contattare per prime in casi di emergenza.

In risposta a questo mio pensiero, leggo stasera a pagina 8 e 9 de Lo Scarpone (periodico d’informazione inviato ai soci CAI) un interessante articolo riguardante il soccorso. Il trafiletto a pagina nove risponde proprio alla mia domanda: chi contattare in caso di emergenza? Ebbene già dal 2005, su idea britannica, si è diffusa la proposta di aggiungere nei telefoni cellulari o comunque tra i documenti questo numero “ICE”. ICE è l’acronimo di “In Case of Emergency”“In Caso di Emergenza”. Questa proposta sarebbe di grande aiuto perchè i soccorritori così potrebbero identificare molto più velocemente quale numero contattare per primo in caso di emergenza. La proposta arriva direttamente dal 118. Chi avesse più numeri potrebbe salvarli come ICE1, ICE2 e così via.

Ecco fatto quindi, un’idea secondo me molto valida. Per quanto il cellulare non sia sempre utilizzabile è oramai parte integrante della maggior parte di noi e quindi praticamente tutti noi ce l’abbiamo sempre addosso, più di altre cose. Quindi, sperando di non doverlo usare mai, ho aggiunto anche io il mio bel ICE nel cellulare 😉

Good Night!

Ivo